un Click per ascoltare!
Libro Primo
Libro Primo

Il libro é un riconoscimento per chi offre un aiuto agli animali in difficoltá.
Le prime 21 pagine trovate nella cover. Nella cover anche il libro stampato.
Questo sito è dedicato a tutti quelli che non si voltano dall'altra parte.
A quelli che vogliono cambiare la sorte di gatti sfortunati
per abbandono, malattia, invalidità, vecchiaia
e soprattutto mancanza d'amore.

Perche' il ventunesimo?

Per scelta, per caso o per fortuna, negli ultimi anni abbiamo avuto con noi sempre venti gatti. Una “colonia” privata, ospitata nutrita e coccolata come meglio sapevamo fare. Poi un giorno di inizio estate in giardino è comparso dal nulla un minuscolo micio bianco e nero, con la mascherina, che avrebbe dovuto chiamarsi Sunny, perché era sempre in cerca di un raggio di sole che lo scaldasse.

Ma a portare un nome non ha fatto in tempo.

E' una storia triste, ancora oggi a pensarci mi scappa una lacrima, ma sento che presto proverò a raccontarvela.
Questo micio ha cambiato il nostro modo di prenderci cura dei suoi simili: ci ha fatto conoscere dei dottori bravissimi e soprattutto umani. Ops, no, forse è meglio dire dottori animali, perché noi umani non sempre siamo tanto umani. Ci ha fatto capire che le piccole vite non hanno un peso specifico e un né una durata definita. Sunny, il ventunesimo gatto che non è stato, ha aperto la strada e il cuore per tutti i ventunesimi gatti a venire.
D'ora in poi nella nostra famiglia bestiale ci sarà sempre un posticino per un gatto malato, infortunato, cieco, sordo, sdentato o tutte le cose insieme. Uno sfigato, insomma, come diremmo noi. Solo che il gatto, per quanto malmesso, non si sentirà mai uno povero disgraziato. Lui si considererà semplicemente il ventunesimo gatto, quello che è arrivato per ultimo e che è evidente che è un tipo tosto e sa come cavarsela, altrimenti fin qui non ci sarebbe mai arrivato.

il 21 gatto

21
21º
Nonno Salvo

Il Testamento

2009(?) :: 2019

il testamento
Era verso la fine di gennaio, al tramonto. Si preparava una di quelle sere che ti fanno tremolare le vibrisse e irrigidire la punta della coda, perfino nel

solatio, tranquillo ed accogliente porto di una splendida cittadina campana affacciata sulle sponde del Mediterraneo,

come raccontano le locandine per i turisti. Gironzolavo senza una precisa meta, nella speranza di trovare qualche pesciolino troppo piccolo scartato dai pescatori che ritiravano le reti con il loro misero bottino, o magari ...


Video Grazie a: #LaBancarellaMiciosa

conti...miao?

La Banda

Ora vi presento i 20 individui che mi si sono parati davanti quando sono arrivato nella sede definitiva (spero) della mia terza vita.
“Pare che” deriva dalle descrizioni che ho sentito fare dagli ospiti, perché come sappiamo io ci vedo ben poco, e “si narra che” viene dalle storie che mi hanno raccontato gli Zii, e da altre mie fonti riservate, perché sono cose successe prima del mio arrivo.
I giudizi sulla personalità sono miei e come tali insindacabili.
  • 5

    Romeo & Uliviero

  • 3

    Teodora

  • 6

    Speedy & Uliviero

  • 4

    Ottone

  • 1
  • 7

    Bobbo' & Uliviero

  • 8
1
Gottfried

von Freiburg zu Rieve Stasikowski

Goffry per gli amici

Pare che l’aspetto maestoso dovuto alla lunga pelliccia grigio scuro, l’enorme codone e gli inquietanti occhi a due colori concentrici oro-smeraldo che tiene costantemente sgranati incutano una certa soggezione. Dev’essere per questo che gli hanno messo questo nome così altisonante e lo trattano con malcelata devozione.
Si narra però che sia stato messo in salvo da due fidanzatini a passeggio in una sera di metà agosto mentre si aggirava famelico tra l’uscita dell’autostrada di Francavilla e una trattoria nei paraggi ...

conti...miao?

2
Fiocco

L’Ispettore

Pare che lui sia il classico gatto con la mascherina, bella precisa, perfettamente simmetrica e lo sparato bianco, anzi bianchissimo, candido. Sì, perché lui è un fanatico della pulizia personale. Nonché dell’ordine. Appena avvista in casa un oggetto nuovo o qualcosa fuori posto, lo ispeziona accuratamente e poi ci piscia sopra. Per la gioia degli Zii. E’, tranquillo, par carità, mai aggressivo, ma non tollera in alcun modo il contatto fisico con gli altri gatti.
E secondo me è di una gelosia patologica
Pensate che adora ...

conti...miao?

3
Dea

Golden Eyes

Pare che abbia due enormi occhi d’oro e il pelo lungo nero, lucidissimo, con solo una piccolissima macchietta bianca in petto. Che è morbidissimo posso confermarlo. Sarà per questo che l’hanno chiamata Dea, ma lei non se la tira per niente. Anzi, è sempre in cerca disperata di contatto e fuseggia appena la sfiori. Forse si spiega col fatto che è una figlia dello stallo. Sì, sì, dello stallo, non delle stelle. Con certe frequentazioni ho appreso che gli addetti ai lavori chiamano stallo il parcheggio a termine di un gatto, nell’attesa che gli si trovi una famiglia definitiva. A me sto termine non piace per niente, perché nella mia testa mi suona tanto come stalla. ...

conti...miao?

4
Ross Marino

Detto Bobbò

Pare che sia un rosso DOC, di quelli con le strisce più scure che formano una M sulla fronte. E’ robusto, tarchiato, con un’aria da bulletto e le pieghe che gli si formano sulla nuca nei mesi invernali. Non so se c’era prima lui o il gatto dei racconti di successo, (A streetcat namend Bob, link alla pagina fb), fatto sta che dicono che si somigliano come due gocce d’acqua. Va in giro a vantarsi che è lui sulla locandina del relativo film, ma vai a dirglielo che è solo un fotomontaggio fatto da un bravissimo grafico amico della Zia ...

conti...miao?

5
5º :: 6º
Clara e Maya

Le Signorine di Francavilla

Sono due sorelline, pare una più bianca che nera, donde il nome Clara, l’altra più nera che bianca con la mascherina come #Fiocco, con un vezzoso neo sul nasino. Si chiama Maya-con-la Ypsilon, che a quanto pare è un nome abbastanza inflazionato. Ma nel suo caso ha un perché.
Si narra che sono arrivate qui tre anni fa accompagnate da una Signora molto graziosa e finissima. Erano piccine piccine e la Signora che è una persona molto gentile di nome #Catiuscia Gentili e di fatto, aveva portato per loro per il breve viaggio da Francavilla a qui crocchette per gatti nani e traversine pulite, nella piccola busta di una boutique di nome Maya. La Zia dice ...

conti...miao?

7
Pierpaola

La Tigre Fifona

Pare che sia una tigratina, di una tale varietà toni caldi di marrone rossiccio che somiglia ai boschi abruzzesi in autunno. Aggiungiamoci poi gli occhi di ambra limpidissima. Aggiungiamoci un musetto a forma di cuore e un corpicino paffuto. Il tenero e coccoloso gattino di casa per eccellenza, si direbbe. Macché, è una timidona che se ne sta sempre acciambellata in qualche cestino, ti guarda con gli occhi sgranati e scappa con un balzo se poco poco provi a toccarla. L’unica ...

conti...miao?

8
Cettina

Concetta, quando fa cose storte

Ah!, Cettina è un capolavoro di femmina.
Pare che sia bianca e tigrata grigiomarrone, tipo me insomma, ma con due occhioni color miele. Quello che so per certo, perché di nascosto l’ho palpata, è che ha un enorme culone a pera morbido e liscio come seta, che manco Sophia Loren. Ha evidenti carenze affettive, perché ...

conti...miao?

9
Pittipitti

Pituffa, all’anagrafe

Pare che abbia alcuni tratti di un gatto siamese, con il muso, le orecchie e la coda scuri e gli occhi azzurri azzurri. Solo che invece di essere beige e marrone è beige e grigia e la coda non è a nodino ma lunga e dritta. Beh, insomma. Adesso comincia ad essere vecchiotta e soffre di mal di denti, ma in gioventù dev’essere stata una bonazza-non-di-razza. Il problema è che è scorbutica e ant...

conti...miao?

10
10º
Uliviero

Il Solitario

Pare che per certi versi mi somigli, tigrato grigio con la mascherina bianca. La tonalità del grigio è di un punto più fredda. Per la forma del corpo dev’essere molto simile a me, e quando non ero ancora arrivato qui lui faceva mandare le sue foto alla prima mamma della mia terza vita dicendo che mi aspettava. Ah, ha due occhi. Io no. Quando poi sono arrivato non è che abbiamo legato particolarmente, anche perché lui si trattiene la maggior parte del tempo da solo vicino al laghetto, in fondo al giardino, e io posso andare a trovarlo solo sotto stretta sorveglianza perché sono cieco. E’ gentile, morbido e ...

conti...miao?

11
11º
Brontolo

Il Maine Coon de noantri

Pare che sia di taglia piccola, ma molto bellino, pelo lungo lungo ruggine intenso, a fine estate il colore carico della nocciole appena mature, occhi del colore del mare a settembre. Ahi, sto diventando poetico, il fatto è che il mare mi manca tanto. Mi riprendo. Lui è nato qui, figlio di una gatta avventizia che non hanno fatto in tempo a sterilizzare. La Zia in anni lontani è stata un po’ imprudente nel non sterilizzare subito le gattine arrivate qui, adesso ha imparato e nulla sfugge. Però a suo discapito bisogna dire che si è sempre ...

conti...miao?

12
12º :: 13º

Ottone e Ottilia

I Gemelli Diversi

Sono fratello e sorella, pare che siano pelosoni assai, col manto davvero sontuoso, lui rosa cipria e lei grigio ghiaccio variegato, tutti e due con grandi occhi dorati. (Parlo sempre degli occhi, ma credetemi, non sono invidioso!).
Si narra piccoli erano due batuffoli morbidissimi, con una forma ad otto, costituita dalla testa pelosissima e dal corpicino tondo tondo. Ecco perché i nomi. Ottilia non era affatto cieca come la Santa protettrice di quelli che come me soffrono alla vista e di Ottone all’epoca non si immaginava neppure che aspetto imperiale avrebbe assunto da grande. La cosa stranissima è che ...

conti...miao?

14
14º :: 15º

Romeo e Giulietta

Neri per Caso

Pare che si possano classificare tutti e due come neri, ma le loro pellicce sono molto diverse, come diversi sono i loro temperamenti. Sono tutti e due abbastanza piccoletti di taglia e rotondetti, ma lui ha il pelo lungo e il codone, lei invece ha il pelo corto e fittissimo. Lui è color caffè carico, che però a fine estate diventa più scuro, lei invece è proprio nera-nera tutto l’anno. Il problema è che quando il pelo gli diventa scuro, pure chi ci vede bene fa fatica a distinguere Romeo da #Dea. Questa, che essendo ...

conti...miao?

16
16º
Teodora

La Grande Mamma

Pare che sia grigia tigrata integrale, con gli occhi castani, di taglia piccola ma perfetta nella corporatura, proprio il classico gatto-gatto di campagna.
Si narra che è nata qui e per la somiglianza, da piccolina, con il grande Teddy morto da poco, le è stato imposto il nome Teodora. Da grande poi si è dimostrato che di Teddy aveva solo i colori, ma non ha sviluppato il magnifico pelo lungo e la stazza. La zia non ha fatto in tempo a ...

conti...miao?

17
17º
Dorotea

Bella e impossibile

Pare che abbia i colori di sua madre #Teodora ma il pelo lungo e folto a formare un mantello spettacolare, che unitamente ai grandi occhi verdi ne fanno una vera star. Il problema è che ha un caratteraccio che non si può capire.
Si narra che cè nata qui, è vissuta qui, e qui ha ricevuto uguali uguali tutto l’affetto e le cure dedicate a suo fratello (che tra l’altro, poverino, non ha certo la sua bellezza) e tutti gli altri mici. Eppure lei è scontrosa, refrattaria a qualsiasi mossa di avvicinamento. Perché, mi chiedo ...

conti...miao?

18
18º
Bruno

Caffé Nero Bollente

E’ fratello gemello di #Dorotea e la dimostrazione scientifica definitiva che le gatte fanno cose zozze con due gatti diversi lo stesso giorno. Non mi abbasserò ad esprimere qui la mia disapprovazione, atteniamoci ai fatti. I fatti sono che, a quanto pare, Bruno è totalmente diverso da sua sorella di stesso letto, o meglio cuccia. Lui è, appunto, bruno. Non nero o castano scuro e non è tigrato: è di un bel colore uniforme come il caffé ristretto fatto con la moka, ha il pelo corto e il fisico longilineo e gli occhi non particolarmente appariscenti. Molto ma molto ...

conti...miao?

19
19º
Grazia

La Grazia Media

Pare che somigli parecchio a #Ottilia, stessa figura rotondetta, stesso manto lungo e folto, grigio chiaro marezzato, si distingue per la tonalità diffusamente e leggermente più chiara con qualche ciuffo vagamente rossiccio sparso qua e là e l’occhio sinistro velato, unica traccia di passate sofferenze. Questo almeno è l’aspetto che ha oggi, ma si narra che qualche anno fa era molto smagrita e ammalata di una specie di asma con sibili e tosse stizzosa che non le dava tregua. Tra l’altro ...

conti...miao?

20
20º
Speedy

Mordicchio

Pare che abbia un pelo corto rosso striato, con tonalità molto più scure e dai contrasti più marcati di quelle di #Bobbo' e rispetto a lui una forma più longilinea e atletica e tante lentiggini sul nasino e sulle labbra. Gli occhi del colore dell’oro rosso perfettamente intonati. E’ sempre in azione, veloce e scattante e spesso intento a tendere agguati, donde il nome. Ha un’abitudine molto strana, e siccome io tante fisime non le ho, e come ...

conti...miao?

E questa era la configurazione della banda quando sono arrivato io nel marzo del duemiladiciassette.
Ma siccome il destino non dorme mai e, come dicevano gli antichi scuce e scuce e quando si tratta di gatti di strada non smette mai di incrociare le vie, ora c’è una novità.
E questa ve la racconto di prima mano, perché c’ero.
alfa
α
Raoul

Graf von Ravensburg zu Engelstadt
Lui è arrivato poche settimane dopo di me, quindi la storia la so di prima mano. Siccome qualche ombra ancora la vedo, ho capito subito che non poteva essere uno di noi, perchè l’area di copertura del sole da lui prodotta era all’epoca pari all’ombra gettata da almeno dieci di noi messi insieme. Inoltre non miagolava. A dire il vero ...

conti..bau...bau?

beta

β
Kenya

Era già famosa prima di arrivare qui.

Il suo caso era stato reso noto dalla stampa: Sette cuccioli rinvenuti dalla Polizia stradale in un cartone gettato sul bordo di una strada a scorrimento veloce.

conti..bau...bau?

22
22º
Signorina Zeta

Eleonora Duse

E dunque lei è la numero 22, e anche l’ultima lettera dell’alfabeto.
Questo nome da “ultima” glielo ha appioppato con molta presenza di spirito la Zia per rassicurare lo Zio sul fatto che non intende fare ulteriori adozioni. Illusa. Illusi. Ma veniamo ai fatti. Era una notte buia e tempestosa, ah no, era un primo pomeriggio incandescente dello scorso agosto dell’estate più calda degli ultimi cento anni e tutti noi aspettavamo con ansia la Zia che doveva tornare dal lavoro e aveva promesso di portarci ciccia trita e latte di capra per rinfrescarci. Ma tardava ...

conti..miao?

23
23º
Batman ...nn

Che avevo detto io? Che l’avete chiamata a fare Zeta? Lo sapevate, no? che non sarebbe stata l’ultima! E come volevasi dimostrare, ecco che una bella domenica mattina suonano. L’ha visto attraverso il videocitofono, la Zia. L’ha visto che non erano i soliti scocciatori della domenica, altrimenti ...

conti..miao?

24
24º
Abby

Istericona

Vorrei spezzare una lancetta a favore dell’Istericona. Sì, avete capito bene. Non una lancia, una lancetta. La lancetta dell’orologio.

Perché quando Abby è arrivata alle due di notte col furgone bianco pieno di animali diretti verso la loro nuova vita

conti..miao?

25
25º
Artu'

Il Piccolo Re

E ora chiudete gli occhi.
Ma chiudeteli forte forte, che non passi un filo di luce. E non barate!

Ora immaginate. Vi trovate in un luogo nuovo. Non riconoscete i rumori, il suono delle voci e nemmeno gli odori vi sono familiari.

conti..miao?

26
26º
Teresina

Protettrice degli orfani

15 di Ottobre, A.D. 2018

Fa ancora piuttosto caldo, da queste parti, per essere ottobre inoltrato. Ciò nondimeno l’autunno esige rispetto, e le foglie morte iniziavano ad ammassarsi lungo il vialetto che porta al parcheggio del vecchio mercato, i loro bagliori gialli e rossicci erano l’unica nota di colore sotto un cielo plumbeo che dispensava una pioggerella fine e penetrante.

conti..miao?

27

27º
Dora

LA CARTELLINA AZZURRA

#Gottfried ::
C ome preannunciato, oggi ho convocato la Signorina Dora per mezzogiorno, perché mi sentivo in dovere di spiegarle le ragioni della sua presenza qui e regole di convivenza nella Casa del Ventunesimo Gatto.
Sì è presentata puntuale, ancorché un po’ esitante, visibilmente (...)

conti..miao?

28

28º
Zarina Katharina

in arte Cesarina

IL CASO E LA NECESSITÀ

#Gottfried :
Erano già le tredici, e ancora la Zia non era riuscita a chiudere l’ambulatorio, i pazienti spuntavano come funghi con improrogabili richieste prive di qualsiasi urgenza.
Era in ritardo, perché aveva un appuntamento, davanti alla stazione degli autobus a Pescara, venendo da Montesilvano sul lato destro della via principale. Lo Zio #Paolo Violi arrivava da Roma per un ultimo saluto a Salvuccio e il benvenuto al nuovo Ventunesimo Gatto. Quello che la Zia non sapeva è che (...)

Se non la catturano ora, è persa.

conti..miao?

29

29º
Eleuterio

da Napoli detto

Lillo

Cari amici del Ventunesimo Gatto,

A ncora un grande grazie per la vostra accoglienza: sono commosso e assai sollevato.
Ho letto con attenzione e vivo interesse i vostri profili sulla pagina web, e già mi sto facendo l’idea che troverò molti amici. Ho letto pure il decalogo del Vostro compianto Salvo, e prometto di ripassarmelo

conti..miao?







Il 21º gatto

My Work Talks

Via Degli Ulivi
Città Sant'Angelo

Contatti

Telefono: +39 331 4599342
Email:

un Click per ascoltare!
Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Cookie Policy